lunedì 6 settembre 2010

Castelli di carta


I rapporti umani son come i castelli di carta, occorre molto tempo per costruirli, pazienza per mantenerli su, precisione per non distruggere tutto, fiducia nel vento affinché non li faccia crollare.
Quindi ci si affanna alla ricerca di questi pilastri, si fa di tutto per venirne in possesso e mantenerli.

Allora perché una singola parola o un gesto posso distruggere tutto? Cosa manca?
Ho nominato prima la fiducia nel vento... sì, ma occorre anche quella nel castello stesso, nella sua volontà di rimanere in piedi.

Ecco, il castello ritto nella sua perfezione geometrica... ogni cosa al suo posto, ma quando credi d'aver ottenuto uno splendido risultato e aver superato la fatidica ultima carta arriva un terremoto.


Puff! Tutto di nuovo a terra, raccogli le metaforiche macerie e teoricamente ricominci da capo.

Ma quante volte si è disposti a ricominciare da capo? Pazienza e fiducia non penso siano infinite.

10 commenti:

Only Me ha detto...

mmmmh....

ok!!!

:)

Luna7 ha detto...

Uh? Ok?

Anonimo ha detto...

Elucubri troppo a mio avviso :p

e poi....

il font italico nun se po' vedè !!!!

Luna7 ha detto...

A me piacè tzè u.u

zicin ha detto...

Bella idea per il font, complimenti.
A presto

Anonimo ha detto...

è un complotto !!!!

Luna7 ha detto...

Ahuahuahuahuahauhau! Sei in minoranzaaaa! Tiè! xDDDD

Anonimo ha detto...

tzè, ti spedirò il conto del mio oculista è_é (poi ve lo dividete con zicin)

Marianna ha detto...

Sei azteca ?
Se si anche se sono estinti potrei capire perchè scrivi così !
Comunque piacere Marianna

Luna7 ha detto...

Ehm no, non lo sono. :D

Perchè? XD Piacere mio. :)